INSEGNARE NELLA SCUOLA PUBBLICA, ECCO COME

LE MODALITA’ PER DIVENTARE INSEGNANTI SONO STATE MODIFICATE IL 28 AGOSTO 2009.
TROVI cliccando su QUESTA GUIDA LE NUOVE MODALITA’.

L’articolo di seguito si riferisce al 2007, sono modalità non più valide.
Trovi qui le nuove.
Tieniti sempre aggiornato su concorsi, ricorsi, graduatorie per la scuola pubblica,
segui la sezione Scuola di Bloglavoro.com!  Basta iscriversi ai feed di Bloglavoro o alla pagina facebook!
——

Molti segnalano che tra graduatorie, decreti e moduli si perdono. Ecco una breve guida su cosa fare per insegnare nella scuola pubblica.

  1. Prima di tutto devi sapere come impiegare il tuo titolo di studio. Per sapere QUALI MATERIE INSEGNARE NELLA SCUOLA MEDIA E SUPERIORE puoi consultare il D.M. N. 39 DEL 30.01.1998 – Testo coordinato delle classi di concorso, integrato dal D.M. N.22 DEL 9 FEBBRAIO 2005 e il relativo ALLEGATO A. L’allegato A serve anche per sapere in quali tipologie di scuola sono insegnate determinate materie.

  2. Si comincia tutti come supplenti. La normativa che riguarda le supplenze è nazionale ed è pubblicata sul sito del MIUR: www.istruzione.it, alla sezione DOCENTI > GRADUATORIE PERMANENTI E GRADUATORIE DI CIRCOLO/ISTITUTO. La prima normativa ovvero ‘graduatorie permanenti’ è stata emanata il 31 MARZO 2005, per l’integrazione e i relativi aggiornamenti agli AA.SS. 2005/2006 e 2006/2007; la seconda normativa (graduatorie di circolo e di istituto) è stata invece emanata il 17 giugno 2005.

  3. Per iscriversi nelle GRADUATORIE PERMANENTI (cosa che si può fare per una sola provincia ) è necessaria l’abilitazione o idoneità in concorso per la scuola elementare.

  4. Una volta presentata la domanda, puoi sempre consultare online la tua situazione dal sito www.istruzione.it.
    Nel sito appaiono prima le graduatorie provvisorie (alle quali puoi eventualmente presentare reclamo nei termini e nei modi precisati dalla normativa e solo PER ULTIME LE GRADUATORIE DEFINITIVE)

  5. Le graduatorie permanenti sono aggiornabili con ulteriori diplomi e titoli di studi consegueti, altri servizi nella scuola ecc. RICORDATI CHE PER LE PREFERENZE E LE RISERVE, LE DICHIARAZIONI E LA DOCUMENTAZIONE VANNO COMUNQUE RIPRODOTTE OGNI ANNO, PERCHE’; SI TRATTA DI ELEMENTI CHE SONO POTENZIALMENTE SOGGETTI A VARIAZIONI.

  6. Il personale è chiamato dalle graduatorie permanenti per la copertura del 50% dei posti disponibili con contratti a tempo indeterminato, ovviamente solo quando questa procedura viene attivata. Annualmente il personale è inolte chiamato dal csa di rispettiva competenza territoriale per la stipula di contratti a tempo determinato fino al termin edell’attività didattica (30 Giugno) o al termine dell’anno scolastico (31 agosto).

  7. La normativa riguardante le SUPPLENZE DI CIRCOLO E ISTITUTO, che sono le uniche effettuabili anche da PERSONALE SPROVVISTO DI ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO, È ANCH’ESSA NAZIONALE e comprende tutte le indicazioni sui documenti da produrre e a chi produrli. Da tali graduatorie si è chiamati di norma per contratti a tempo determinato di breve durata.
    Per i codici meccanografici delle scuole della propria provincia, è necessario rivolgersi direttamente agli uffici territoriali oppure al sito www.istruzione.it

  8. Per ottenere l’abilitazione nella scuola secondaria, è necessario conseguire il diploma della Scuola di Specializzazione all’Insegnamento Secondario (SSIS). Per ottener invece l’abilitazione per la scuola materna o elementare, devi conseguire il diploma di laurea della Facoltà di Scienze della Formazione Primaria, Indirizzo Scuola Materna oppure Scuola Elementare.

  9. Per insegnare nelle scuole PRIVATE non sono richiesti titoli di abilitazione. Nelle scuole PARITARIE invece è necessaria l’abilitazione (Legge N. 62/2000).

Se avete proposte per ulteriori articoli su questo argomento, potete scriverci: [email protected]

Iscriviti Gratis alla NewsLetter

Registrati per Ricevere GRATIS le Offerte di Lavoro direttamente nella tua eMail.

Iscriviti Gratis alla NewsLetter

Registrati per Ricevere GRATIS le Offerte di Lavoro direttamente nella tua eMail.