Ultime News

I DIPENDENTI PUBBLICI POSSONO CHIEDERE L’ASPETTATIVA PER METTERSI IN PROPRIO

Come avevamo già segnalato a Giugno del 2008, si parlava di una prossima revisione per quanto riguarda l'aspettativa per i dipendenti pubblici, ai quali era finora concessa solo in casi gravissimi come la malattia di un familiare di primo grado, non per fare un altro lavoro. Con la finanziaria 2009 è finalmente stata aperta questa possibilità anche ai dipendenti pubblici, già presente peraltro nei maggiori ccnl nazionali delle altre categorie. Nel dettaglio, si tratta dell'art. 13 della finanziaria 2009 che prevede la possibilità, per i dipendenti pubblici, di essere collocati in aspettativa non retribuita e senza decorrenza dell'anzianità di servizio, per un periodo massimo di dodici mesi, anche per avviare attività professionali e imprenditoriali. Nel periodo

di aspettativa non trovano applicazione quindi le disposizioni in tema di incompatibilità per i dipendenti pubblici e fa salva la speciale disciplina in materia di aspettativa relativa agli appartenenti alla carriera diplomatica e prefettizia, ai magistrati ordinari, amministrativi e contabili e agli avvocati e procuratori dello Stato.

36 miliardi è quanto verrà stanziato per la manovra che Brunetta ha chiamato “correttiva strutturale”. 10 miliardi l’anno per tre anni, dal 2009 al 2011, su quanto già pianificato dal governo Prodi e dalla Ue per arrivare al pareggio di bilancio nel 2011.

Il nostro consiglio per chi vuole fare questa scelta è quindi di non attendere troppo a inoltrare la richiesta perché una volta finiti i fondi per l’anno in corso, bisognerà aspettare il il successivo e più si aspetta, più la notizia si diffonde e ci sarà più concorrenza nell’approvazione delle domande ;)

318 Commenti su I DIPENDENTI PUBBLICI POSSONO CHIEDERE L’ASPETTATIVA PER METTERSI IN PROPRIO

  1. massimiliano // gennaio 14, 2012 a 12:33 pm //

    lavoro presso una azienda osp. in qualità di infermiere a seguito di vincita di concoso, volevo sapere se posso chiedere oltra aspettativa alla mia vecchia azienda poichè tra poco mi scade quella richiesta per periodo di prova e perchè ancora oggi non si è concluso il ricorso al cga per l’annullamento del concorso.

  2. sono dipendente comunale,prossimo alla pensione,ma vorrei sapere se posso esercitare con una ditta individuale personale di service strumentazione e come potrei fare4 per iscriverla alla camera di commercio,la partita iva l’ho gia’ aperta…grazie

  3. Buonasera , mia moglie lavora presso una scuola privata in liguria com segretaria , io sono impiegato a tempo indeterminato presso un comune in toscana , poichè abbiamo deciso di vivere in liguria , vorrei prendere un periodo di aspettativa per trovare un impiego .
    I miei quesiti sono questi : il ricongiungimento al familiare non posso farlo a meno che non ci sia un ente pubblico disposto ad assumermi giusto ?
    Potrei richiedere aspettativa non retribuita per gravi motivi famigliari (ampiamente giustificata) , mi spetterebbe di diritto o è subordinata dal parere del mio dirigente ? In caso me la accordassero ci sono dei controlli atti a verificare che io mi trovi presso il parente per cui chiedo aspettativa ?
    Infine , se prendessi partita IVA posso chiedere aspettativa per aprire una mia attività ? Se sì la dovrei aprire in liguria ?
    Grazie

  4. Giovanna Toniolo // marzo 5, 2012 a 9:21 pm //

    vorrei sapere entro quale data occorre presentare, in ogni anno scolastico, la domanda di
    aspettativa non retribuita per ricongiungimento familiare al coniuge che lavora all’estero e quale è la normativa di riferimento.
    Mi è stato detto, alla segreteria personale, che la domanda deve pervenire almeno 15 giorni prima della chiusura dell’anno scolastico cioè del 31 agosto: è corretto?
    Vi ringrazio per l’attenzione.
    Giovanna Toniolo

  5. sono un infermier in aspettativa per espletamento periodo di prova presso asp 3 di catania dove sono stato aassunto a seguito di vincita di concorso pubblico bandito per la sicilia orientale cosi discusso posso chiedre alla mia azienda altra aspettativa oltre quella concessa per il periodo di prova poichè ad oggi non si sa se ci licenzieranno o no poichè pende un ricorso in atto non risolto? se posso potete dirmi come impostare la domanda
    vi ringrazio tantissimo .

  6. Simona Ghigo // marzo 29, 2012 a 5:40 pm //

    buongiorno sono un medico ospedaliero con contratto a tempo indeterminato.
    avrei necessità di richiedere aspettativa per poter raggiungere il mio fidanzato che vive e lavora a san marino. Ho diritto ad un’aspettativa? ho letto su questo forum la notizia relativa alla possibilità, per i dipendenti pubblici, di essere collocati in aspettativa non retribuita e senza decorrenza dell’anzianità di servizio, per un periodo massimo di dodici mesi (art. 13 della finanziaria 2009).
    per il 2012 ci sono novità o continua a valere tale norma?

    grazie mille!

    Simona Ghigo

  7. Salve…
    Sono un’insegnante a tempo indet.

    Ho scritto un libro che sta vendendo bene
    ma ho bisogno di tempo per pubblicizzarlo
    in giro per l’Italia, dove mi viene richiesto
    e dove ora non riesco ad andare.

    Posso chiedere l’anno di aspettativa per motivi di lavoro per pubblicizzare la mia opera?
    Che documenti (oltre al contratto editoriale) dovrei presentare?
    Che speranza ho, secondo voi, che sia accettata la cosa?
    E se mi offrissi io di pagare alla scuola i contributi dello Stato??
    (se è quello che fa la differenza…)

    Grazie.

  8. Alessandro // luglio 12, 2012 a 10:27 pm //

    Ciao a tutti. Sono all’estero da un anno presso un azienda privata, e mia moglie – dipendente statale – ha chiesto l’aspettativa per un anno all’ASL competente ai sensi dell’art.13 CCNL
    Il direttore del servizio dice di non poterla concedere per motivi di pianta organica.
    Nel vostro blog ho letto che la PA puo’ rigettare la domanda ma io francamente penso che – a meno di difetto di documentazione o altre formalita’ – nel caso dell’art. 13 la PA NON POSSA. Infatti si tratta di aspettativa prevista PER LEGGE (legge Signorello e successive) e fondata sul principio costituzionale della salvaguardia del nucleo familiare. O no?

  9. Alessandro » noi siamo d’accordo sulla sostanza (concedere l’aspettativa per trasferimento coniuge all’estero), non sulla forma (principio della salvaguardia del nucleo familiare, ci sono principi meno opinabili a cui appellarsi). Detto questo, però, noi non siamo i legislatori né quelli che devono accettare la domanda di sua moglie, quindi la nostra posizione è irrilevante. Detto questo, dal punto di vista legale “il presupposto per concedere ad un dipendente l’aspettativa per gravi e documentati motivi familiari trova fondamento anche nella necessità di vita comune tra i coniugi per salvaguardare l’unità della famiglia, valore, questo, tutelato dalla Costituzione (artt. 29 e 31). La lontananza (di uno dei due coniugi dal luogo di residenza) prolungata nel tempo determina quelle “situazioni di grave disagio personale” di cui parla l’articolo 2 (Congedi per gravi motivi familiari) del Dm 21 luglio 2000 n. 278. L’articolo 4 (comma 2) della legge 53/2000 e il primo comma (lettera c) dell’articolo 2 del Dm n. 278/2000 costituiscono quelle “altre provvidenze” con le quali “la Repubblica agevola…. la formazione della famiglia” (art. 31 Cost.).” (cit. Franco Abruzzo, giornalista giurista e presidente dell’ordine dei giornalisti della Lombardia, nonché autore di diversi commentari in materia).
    Il che significa, fondamentalmente, che ci sono i presupposti giuridici per ricorrere contro la decisione presa dalla P.A., MA non ci sono delle leggi che impongano l’applicazione delle deduzioni di cui sopra. Perciò, sì: la P.A. si può opporre con il motivo più classico della carenza di organico e impossibilità di sostituzione, mentre voi potete ricorrere contro la decisione. Il che significa un percorso legale tra avvocati e tribunali che è costoso e potrebbe anche segnare negativamente la carriera di sua moglie, volendo essere realisti.

  10. Alessandro // luglio 13, 2012 a 2:41 pm //

    Innanzitutto grazie davvero per la celere risposta. Aggiungo che anche una sentenza della Corte Costituzionale (113/98) suffraga il fondamento del principio di coesione famigliare di cui alla vostra risposta, almeno per i dipendenti statali. La cosa che mi fa specie e’ che la pubblica amministrazione possa negare qualcosa che e’ PREVISTO da specifiche norme di legge (Legge 26/80), e dunque NON e’ a discrezione della PA come per altre aspettative. Peraltro, se la PA ponesse come motivazione quella di difetto di organico, la legge sopra citata prevede espressamente (comma 5) che “qualora l’aspettativa si protragga oltre un anno, l’amministrazione ha facoltà di utilizzare il posto corrispondente ai fini delle assunzioni. In tal caso, l’impiegato che cessa dall’aspettativa occupa – ove non vi siano vacanze disponibili – un posto in soprannumero da riassorbirsi al verificarsi della prima vacanza”. Dunque qual e’ il problema per la PA?…

  11. Buon giorno,
    sono un’infermiera pediatrica, cortesemente chiedo se e’ possibile per malattia importante ( Sindrome di Meniere ) avere dal posto di lavoro un anno di aspettativa con retribuzione?
    Grazie infinite.

  12. Mi è stato posto un quesito da un insegnate di scuola primaria a t.i. desidererei alcune delucidazioni: può un insegnate con più di cinque anni di servizio chiedere l’aspettativa per seguire la propria figliola che si trasferisce in altra provincia per motivi di studi? Cosa prevede la normativa sull’aspettativa in questi casi?Se fosse possibile quale la documentazione da presentare al dirigente scolastico?Quale periodo di tempo potrebbe essere concesso?Perderebbe la retribuzione per il periodo richiesto?Grazie e molti saluti.

  13. Buonasera,
    faccio parte del personale ATA nel Comparto Scuola, vorrei prendere aspettativa per ricongiungimento a mio marito che lavora all’estero. Vorrei sapere se posso chiedere questo tipo di aspettativa anche se non sono docente ma come ho detto faccio parte del personale ATA, e perchè mio marito è libero professionista. Che possibilità ho che mi venga concessa, se la posso chiedere? Quali documenti devo produrre in caso positivo? Perchè i documenti che esistono in Italia non sono previsti in altri paesi. Inoltre, vorrei sapere, se ciò fosse possibile che incidenza ha la Ragioneria sulla decisione del Dirigente Scolastico, perchè da quello che so, è il Dirigente che decide, ma dalla Ragioneria mi hanno detto che potrebbero fare osservazioni sulla pratica, questo da una prima informazione che ho chiesto

  14. Buon giorno
    sono un assistente amministrativo (ATA) della scuola a tempo indeterminato, desidererei sapere se per motivi di salute si può prendere un periodo di aspettativa senza perdere il posto di lavoro e se gentilmente mi può indicare oltre alla domanda, i documenti giusti da esibire. Vi ringrazio anticipatamente.

  15. salve sono un appartenente della Polizia di stato con 20 anni di servizio.
    Tra cinque anni vorrei predermi un anno sabbatico (questa e’ la sostanza) per viaggiare.
    Al momento, per quanto ne sono a conoscenza, l’aspettativa che potrei utilizzare eventualmente e’ solo quella legata al “Congedo per formazione” da utilizzare fino ad un massimo di 11 mesi in piu’ soluzioni o in unica soluzione e non e’ retribuito.
    E’ vero che manca ancora tempo, ma allo stato attuale delle cose, volevo sapere, se c’e’ un mezzo, fermo restando il voler usufruire di tale periodo, di poter utilizzare una forma di aspettativa senza dover mostrare iscrizioni a corsi facoltà o altro.
    Il non essere pagato mi va bene, ma preferirei non dover ricorrere a “trucchetti” ma semplicemente potermi assentare senza dover dire “balle” piu’ o meno grandi.
    Saluti.
    Marco

  16. Salve,sono un infermiere con contratto a tempo indeterminato nel pubblico, ho vinto un incarico di un anno nella mia terra,posso chiedere l’aspettativa ?
    Grazie.

  17. Ho vinto un concorso al Consiglio d’Europa, cosa devo fare per chiedere aspettativa biennale alla mia amministrazione in cui sono dirigente?
    grazie

  18. Salve,
    Sono un medico dipendente pubblico da sempre, mi manca poco più di un anno per la pensione. Ho ricevuto un offerta molto interessante nel privato, cosa posso fare? Posso prendere l’aspettativa, o devo licenziarmi? È in caso di licenziamento dove continuare a pagare i contributi.
    Grazie

1 9 10 11

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. BlogLavoro.com » CRISI: BAR CHE CHIUDONO, IMPIEGATE STATALI CHE SI IMPROVVISANO SQUILLO

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*